TAROCCHINTORRE: giovedì 1° agosto è di scena “Il Diavolo”

_MG_7698_2

Il TeatroInRivolta ritorna giovedì 1 agosto luglio con il terzo appuntamento della rassegna “Tarocchintorre”, il ciclo di letture, azioni sceniche, spettacoli teatrali e allestimenti dedicati ai tarocchi,  con la direzione artistica di Lucia Falco. In questo nuovo appuntamento, a fare da padrone di casa sarà l’arcano maggiore XV, meglio conosciuto come “Il Diavolo”. Un diavolo, quello dei tarocchi, profondamente diverso dal demone spaventoso conosciuto attraverso la nostra tradizione cristiana. La creatura che andremo ad incontrare, infatti, è più simile ad un buffo scherzo dell’immaginazione piuttosto che ad una bestia assetata di anime. Osservando il diavolo dei tarocchi, ci si trova di fronte ad una creatura dotata di due seni, un pene, due bocche, svariati occhi e due ali da pipistrello. La sua espressione pare sospesa tra uno stato di intensa concentrazione e una stupidità fanciullesca, e la fiaccola che tiene nella mano squarcia il buio della notte, gettando luce sulle nostre emozioni più ancestrali, profonde e potenti. Energia libidica allo stato puro, che chiede di essere portata alla superficie e di venire integrata, donando a tutti noi una fortissima spinta nel processo di crescita interiore.

“ Il diavolo raccontato dai tarocchi è un sublime sabotatore dell’ordine costituito, dei dogmi e delle credenze comuni. Nella sua versione più bassa mi fa pensare al cibo ingurgitato senza freni e senza senso, all’odore degli umori femminili e maschili,  ai giochi di alta finanza che gettano sul lastrico interi paesi. Nella sua versione elevata, colgo invece  un tentativo di volo, una forza creativa che ci permette di spezzare le catene del quotidiano, mettendo a nudo il fetore sommerso delle ipocrisie. Anche per “Il Diavolo” abbiamo selezionato voci e vite di autori ed artisti a nostro parere esemplari: da Dostojesky a Nietche, da Caravaggio a Marco Ferreri, il percorso che vogliamo proporre si compirà principalmente nell’intimo ventre della Casaforte di Chianocco, all’interno della sua cucina medioevale. Un luogo nel quale la brace non si spegneva mai,  sfidando il gelo dei lunghi inverni. Quasi a ricordarci che Dante, nel suo genio assoluto, collocò Lucifero al fondo dell’inferno, conficcandolo nel ghiaccio eterno…”

                                                                                       (Lucia Falco)

“Tarocchintorre – La Carne, L’Amore e il Diavolo”. Terzo appuntamento: giovedì 1 agosto h. 21.00.Presso la Casaforte / Torre di Chianocco (TO) – Borgata Grangia. INFO: teatroinrivolta@gmail.com / 338.31.89.085.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s