TAROCCHINTORRE 2016 : il fuoco teatrale del “TIR LAB”

Maggio 2016. Per il laboratorio teatrale permanente diretto da Lucia Falco (TIR LAB) è stato un mese di fuoco, di passione, di invenzioni sfrenate. Un mese di teatro vissuto sulla pelle, proponendo al nostro pubblico un vortice di letture, di azioni sceniche, di suggestioni. Voci, corpi, trucchi, finzione e realtà. L’incantesimo femminile della Luna, il caos multiforme del Diavolo, l’incedere spazzante dell’Arcano Senza Nome, l’epica muscolare del Carro. Quattro Arcani Maggiori dei Tarocchi di Marsiglia trasformati in irruzioni teatrali, in rincorse poetiche, in attimi di vita. Insieme a voi, abbiamo solcato acque caleidoscopiche, praterie di cielo e nervi, tracciando passo dopo passo un percorso  che potesse unire William Shakespeare, Anna Politkovskaja, Cesare Pavese, Omero, Beethoven, Charles Manson, Alina Reyes, Gino Bartali e  molti, molti altri. Dei intoccabili ed esseri umani dalle storie eccezionali. E di fianco alle storie celebri, le storie mai raccontate, perché scritte da noi. Come nel caso di “Supernova“, monologo jazz per una donna e un contrabbassista immaginario. O come le folli pubblicità create per il detersivo “Bosendorfer“, dove Nosferatu e il Principe Amleto sono trasformati in personaggi di un carosello surreale. Voci e gesti che arrivano poi a spegnersi, a congelarsi, nei sette minuti di risata straniante che danno corpo alla performance siderale “Pluto 134340“. E mondi paralleli che si materializzano in un assurdo salotto, situato sulla soglia dell’Inferno, dando vita al primo studio per lo spettacolo “15, Rue des Arcontes“, che debutterà ufficialmente in autunno. Il tutto racchiuso dalle mura medievali di “Casa Aschieri”, a Bussoleno: tre piani, due rampe di scale e diverse stanze nelle quali il nostro teatro ha incontrato gli occhi e il cuore del pubblico.

Ma Tarocchintorre non è solo un evento teatrale, in forma di rassegna, ma anche e soprattutto un audace esperimento. Non è consueto, infatti, che i partecipanti ad un laboratorio teatrale si producano in un simile, impegnativo exploit. Uomini e donne che si mettono in gioco davanti al pubblico, per un mese, partecipando attivamente alla creazione degli interventi scenici, sfidando sé stessi e accettando di dedicare enormi quantità di tempo ed energia ad un progetto che assorbe ogni respiro, per restituire pura adrenalina. Tiziana Pasquero, Peo Paccia, Elena Garberi e Patrizia Monica Triolo si sono tuffati in questa avventura senza risparmio, guidati dalla regista Lucia Falco e con il supporto dell’attore Marcello Serafino. Creare, creare, creare. Questo è stato il costante imperativo, lottando contro il tempo: perché non è facile preparare una serata di letture e azioni sceniche, ogni settimana, sempre partendo da idee puramente astratte, cercando di capire rapidamente su quale numero della roulette sia meglio puntare. Con la consapevolezza che non è ammesso sbagliare, perché la posta in palio è troppo alta e l’applauso sincero non è mai scontato. Un gioco sospeso tra azzardo e buio, tra scie di rossetto e luci di candela. Diventando ogni volta qualcuno di diverso, travasandoci di costume in costume, senza mai perdere il ritmo. Osservare il pubblico tra gli spazi invisibili di una calza di nylon, o nella penombra della battaglia in cui Achille uccise Ettore, o alzando gli occhi dalla pagine che stiamo leggendo, come si scavalca da bambini il recinto di un giardino segreto. “Nulla” e “Tutto” sono parole incredibilmente vuote, se al centro del tutto, o al centro del nulla, non poniamo un’idea salvifica, una promessa di mondi a venire, un vortice di desideri semplici. Tarocchintorre è il tentativo, talvolta riuscito, talvolta forse solo abbozzato, di accendere un fuoco al centro del fiume.

Ideazione, direzione artistica e regia: Lucia Falco / Assistente alla creazione: Marcello Serafino / con Lucia Falco, Tiziana Pasquero, Peo Paccia, Elena Garberi, Patrizia Monica Triolo, Marcello Serafino e la partecipazione di Giovanna Ducco / Immagini a cura di Franco Foto / Si ringrazia il Comune  di Bussoleno per il patrocinio

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s